Il vecchio Ceng

“Avete sentito dire che per vedere lo spirito originale la vostra piccola mente dev’essere vuota… 
Comprendete una volta per tutte l’inutilità di ogni sforzo per penetrare l’impenetrabile col pensiero e con l’azione: è come voler acchiappare il vento. Se invece voi siete privi di ogni ingombro, interamente disponibili per lo spirito originale, questo vi afferrerà direttamente. Siccome avete sentito dire che il vuoto è il raggiungimento supremo voi cercate di arrivarci; e cosi cadete nel torpore e nell’insensibilità, e credete che siano la vacuità dello spirito originale. Per vedere la luce del sole non avete bisogno di nessuno. Tutto ciò che vi possono dire gli altri in proposito è inutile. Voi siete nella luce: essa vi scalda il corpo ma non la potete prendere e imbottigliare. Tutti i tentativi per possederla sono falliti in partenza; non la potete prendere, e non ve ne potete sbarazzare. Sono cose che ha gia detto un vecchio chiacchierone ed anche altri prima di lui. 

Lo stesso vale per lo spirito originale. È sempre presente, ed è abbagliante proprio come la luce; non ve ne potete impadronire e non ve ne potete disfare. Non lo potete vedere perché siete prigionieri di tutti gli sforzi che fate per prenderlo nella trappola dei vostri pensieri, delle vostre pratiche. Immaginate che sia lontano, e invece è qui: lo volete acchiappare, e quello vi sfugge. 
Se foste totalmente semplici vi basterebbe aprire gli occhi per vederlo, proprio come vedete la luce del sole; non c’è bisogno d’altro. Sta a voi, continuare a perdervi nelle distinzioni, nelle sfumature e nelle sottigliezze.

Il Buddha ha anzitutto cercato lo spirito originale per mezzo dello spirito individuale, e ha visto che era cosa vana. Poi l’ha cercato per mezzo di discipline e di pratiche, e ha visto anche cosi che era cosa vana. Seduto sotto l’albero della Bodhi non aveva visto ancora lo spirito originale, ma aveva capito che lo spirito individuale e l’azione non erano in grado di dargli la visione della propria natura. Allora il Buddha rinunciò a far uso dello spirito individuale e dell’azione, accettò la propria ignoranza e l’impotenza a liberarsi di essa. 

Il Buddha era solo ormai incertezza e attesa, e non era accaparrato da nulla; immobile come un pezzo di legno morto quando, al vedere la stella del mattino, lo spirito originale lo illuminò. 

Questa è l’esperienza del buddha, l’esempio e l’insegnamento primordiale che ha lasciato. 
Ma voi tutti, discepoli del Buddha, che avete fatto? Vi siete impossessati del Buddha per far della sua vita una leggenda tale da meravigliarci, e della sua persona un idolo da adorare. Vi siete impadroniti della parola del Buddha per farne una cosa sacra e degna di essere appresa, recitata e ricopiata senza fine. Sulla base della vita e delle parole del Buddha avete creato una quantità di scuole differenti; avete costruito templi e modellato delle statue. Accendete l’incenso e fate fiammeggiare la canfora. Avete canonizzato delle credenze e stabilito dogmi, regole, discipline e pratiche. In questo modo siete caduti nei tranelli e nelle seduzioni di tutto quello che Buddha aveva riconosciuto errato, e che non può che condurre alla confusione; e in questo modo avete costruito delle muraglie proprio davanti alla Spirito Originale, quello che volete vedere. 
Se persistete nel vostro errore, qual fallimento sarà la vostra vita! 

Adesso, zucche rapate, ascoltatemi con la massima attenzione. Sto per rivelarvi il gran segreto dello spirito originale; sarà la cosa più importante di tutto quello che sia stato detto a questo proposito. Ecco: IL SEGRETO DELLO SPIRITO ORIGINALE NON ESISTE!”

VECCHIO CENG – Maestro Buddismo Chan

Annunci

10 thoughts on “Il vecchio Ceng

  1. ….per adesso mi fa piacere ringraziarti… in attesa che lo spirito originale trovi un modo di riconoscersi dentro questa forma che gia razionalmente suppongo abiti….da parte mia lascerò che le indicazioni che mi hai dato trovino spazio disponbile a cadere dentro….non so come proseguirà l’esperimento ma ancora “umanamente” grazie…se per “caso” sei nei paraggi della lombardia o fai qualche incontro aperto mi piacerebbe incontrarti…ciao Atmanand.

  2. Caro Piermaria grazie a te! 🙂
    Terrò tre incontri il 26 maggio, il 2 giugno ed il 30 giugno a Monza. Posterò su questo blog una locandina nei prossimi giorni con tutti i dettagli.
    Per qualsiasi domanda sono sempre più che felice di risponderti.
    Un abbraccio

  3. Mio caro Non duale, leggere le tue parole è ogni volta un piacere. Trovo personalmente difficile riuscire a trovare la luce in un mondo dove regnano le tenebre. Come poter fare allora? I miei momenti di meditazione non sono sufficienti e sento che la mia anima non è ancora abbastanza forte per superare certi ostacoli terreni. Le persone mi confondono e non riesco in tutto questo caos a trovare la risposta.
    Ti ringrazio sinceramente per l’aiuto che ormai da un anno mi/ci stai dando.

  4. @Alessandra :
    mi verrebbe da dirti che la luce non si può trovare nel mondo perchè sei TU la luce che vai cercando. E’ proprio cercandola altrove che la perdi! E’ come se una lampadina andasse in giro per una stanza cercando luce. Questo è grande il paradosso. Siamo sempre “altrove”.
    Ti invito dunque a “rientrare” in te stessa, nel “vuoto” silenzioso e vibrante d’energia che SEI, e vedrai che anche quelli che chiami “ostacoli” non sono altro che semplici eventi, nè positivi nè negativi, che costellano il viaggio su questo piano di esistenza.

  5. Ciao Non duale, ti avevo scritto un pò di tempo fà, vorrei rigraziarti per tutti i consigli che dai. Da un pò di tempo mi sto impegnado ad essere presente il più possilbile, ma a volte gli ostacoli da affrontare mi sembrano insormontabili….la paura per i futuro(soprattutto economica) e la fame di affetto e calore umano mi assalgono appena mollo la guardia e abbandono il presente… (ho la tacchicardia in maniera perenne ormai)ma mi conforta leggere parole di chi è riuscito ad attraversare il ponte e dimora nella pace e serentà, spero tanto di ruscire a vivere con più legerezza e amore.

    Ciao Andre

  6. Condivido pienamente cio che dici.. ma arrivare a capire il tuo punto di vista non e’ da tutti. Infatti solo da pochi. Da quante vite ci ho provato?
    Adesso ci sono vicino 😀
    Grazie per questo Blog.

  7. @Andrea: lo scambio di email che abbiamo avuto a novembre-dicembre è stato molto bello e pensavo proprio di ricontattarti per chiederti come stavi… 🙂
    Non pensare tuttavia che io dimori perennemente nella pace e nella serenità che sono entrambi stati impermanenti, esattamente come lo sono l’ansia o la rabbia. Ciò che continuo a ribadire nei post che pubblico è invece che esiste in ogni essere umano uno Spazio di Pura Consapevolezza che non è condizionato da nulla, in perenne Pace, Quiete, Silenzio, anche quando il corpo-mente è nel più totale caos, anche quando siamo ubriachi, anche quando siamo malati. Quando rientriamo in noi stessi e realizziamo di essere quel Silenzio che rende possibili tutti i suoni, quello Spazio Consapevole che rende possibile questo grande cinema che chiamiamo vita, qualcosa di molto profondo cambia. Cessiamo di voler essere “in pace” per Essere semplicemente quella Pace in cui i vari stati d’animo si susseguono come nuvole effimere.

  8. @Advance Sp.: benvenuta! quello che viene condiviso in questo blog è molto sottile ma sono sempre di più gli esseri umani che sentono insofferenza per le mistificazioni politiche, sociali, religiose, rientrano in se stessi e si affacciano sulla rivoluzionaria semplicità della nostra vera natura. La Coscienza Collettiva sta mutando molto rapidamente, i vecchi sistemi scricchiolano, siamo in un’epoca che prelude a grandi cambiamenti! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...