Essere è gioia

00654-Wei_Ying_wu_115x175

La gioia non può essere sviluppata nè raggiunta. E' piuttosto ciò che emerge spontaneamente quando cessiamo di essere "altrove", identificati con qualcosa o qualcuno, persi nelle fantasie del passato e del futuro. I pensieri, le emozioni, la felicità, la tristezza, i piaceri, i dolori vanno e vengono. Ma la gioia è sempre lì, incondizionata, perchè essa è il pre-sentimento più sottile della nostra vera natura, diretta emanazione del puro senso di Essere. Possiamo trovarci nelle situazioni più elegiache o in autentici inferni in terra ma questo puro senso di essere -"Sono" – è sempre presente. E questo puro Essere è Gioia, anche se spesso è oscurato da mille nubi concettuali ed emotive. 
La gioia non è dunque acquisizione di uno stato, di un'emozione, di una condizione. E' l'esatto opposto: ciò che emerge quando tutto questo movimento si conclude. La gioia non può essere il traguardo e il compimento di una qualche ricerca ma è ciò che riaffiora quando la ricerca stessa si dissolve. La gioia è la base onnipresente al di là delle "nuovole" concettuali ed emotive, non un punto d'arrivo. La gioia è ovunque ma riducendola a uno stato che deve essere raggiunto o mantenuto, la perdiamo.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...