Vademecum per aspiranti “GURU” di successo

guru-internet-260

– Crea la giusta dose di mistero attorno alla tua vita ed evoca, senza entrare troppo nei dettagli, l'idea che tu abbia avuto "prestigiose" esperienze mistiche ed esistenziali; 

– Afferma di aver incontrato saggi, eremiti sconosciuti, angeli e maestri ascesi che ti hanno trasmesso tecniche segrete;

– Inscena qualche finto miracolo qua e là a cui tu fingerai di non dare molta importanza ma farai in modo che se ne parli. 

– Inventa elaborate tecniche di respirazione, posture, visualizzazioni e mantra in lingue "angeliche";

– Struttura una scala di iniziazioni per la rivelazione progressiva delle tue tecniche. Man mano che si procede tali iniziazioni devono diventare sempre più complesse ed onerose sia in termini di tempo che di danari.

– Scrivi libri in cui evochi esperienze mistiche, rivelazione di segreti, prodigi vari che prometterai implicitamente al lettore. Nel libro divulga solo le semplici tecniche del neofita perchè è con quelle avanzate che fai cassa. Sii prodigo di riferimenti a poteri occulti, angeli, apertura dei chakra, sesso tantrico, progresso spirituale, maestri tibetani ed ascesi, sviluppo dell'uomo, evoluzione, sentiero del guerriero, lotta fra bene e male, fede e, chiaramente, insisti molto sull'importanza di un atteggiamento di devozione (senza però affermare esplicitamente che essa dovrà rivolgersi a te). 

– Gioca la remunerative carte del 2012, dei Maya, dei Pleiadiani, degli Sciamani, della sacerdotessa-guerriera-guaritrice e del potere del femminino sacro. Non ti mancheranno mai adepte disposte a tutto per ottenere i tuoi favori ed attenzioni.  

– Descrivi mirabolanti obiettivi spirituali e insisti sull'enorme potenziale a cui l'uomo può finalmente accedere grazie alle tue tecniche. 

– Forma i tuoi primi seguaci ad offrire seminari introduttivi gratuiti mentre fai pagare a caro prezzo le iniziazioni successive. In modo più o meno conscio la gente è condizionata a pensare che solo ciò che si paga a caro prezzo abbia reale valore. Quindi vendi le tue truffe a carissimo prezzo. Sarà molto più difficile per gli adepti riconoscere con se stessi di aver speso un patrimonio per delle cazzate. 

– Insisti senza sosta sull'importanza di praticare con costanza le tecniche da te inventate e celebra in tutte le salse la pratica di gruppo perchè questo ti permetterà di aprire presto dei centri colmi di zelanti e paganti praticanti. 

– Segnala, come fondamentale per l'efficacia della pratica, un cambiamento di vita che coinvolga l'alimentazione e mille piccole pratiche quotidiane, anche assurde, in modo tale da condizionare l'adepto il più possibile in tutti gli aspetti della sua vita e farlo sentire in colpa se non riesce a seguire tutti i dettami. 

– Demonizza a parole il senso di colpa ma non perdere occasione per creare sensi di colpa tra i tuoi adepti. 

– Comportati come un maestro ma metti continuamente in evidenza il fatto che non sei e non vuoi essere un maestro definendoti in tutti i modi bizzarri che vorrai. Attrarrai, soprattutto in Occidente, il doppio degli adepti perchè va molto di moda essere discepoli di un non-maestro. 

– Metti in atto senza posa una sapiente e meticolosa contraddizione. Insegna tecniche ma diffondi il concetto della non-tecnica. Prometti l'illuminazione ma parla anche dell'illuminazione come illusione. Parla di fede in Dio ma parla anche dell'illusione di Dio. Parla di sesso libero ma poi esprimi l'importanza della castità. Insomma afferma tutto e il contrario di tutto. Demolirai il senso logico-critico dei tuoi seguaci, li renderai confusi, sconcertati, incapaci di vedere e questo ti garantirà la loro fedeltà incondizionata anche di fronte ai peggiori scandali. Inoltre ti assicurarerai che chiunque ti legga o ti ascolti possa concordare almeno con una parte del tuo insegnamento che potrai piegare ed adattare ad ogni evenienza. 

– Nel caso qualcuno abbia il buon senso e il coraggio di far notare le tue grottesche contraddizioni cita Whitman: "Sono grande, contengo moltitudini". Oppure semplicemente liquidalo dicendo che certe sublimi "verità" richiedono uno stato di coscienza elevato per essere comprese e che tutto sicuramente gli si chiarirà procedendo zelantemente lungo il cammino che tu hai sapientemente descritto. 

– Cita molti saggi e filosofi del passato demolendo tuttavia tutti i movimenti che ad essi si ispirano perchè potrebbero essere tuoi pericolosi concorrenti. Cita spesso e volentieri il Buddha – è un ottima carta – ma non perdere occasione per descrivere la decadenza del buddhismo. 

– Utilizza l'analisi psicologica ma poi diffamala. Attingi a piene mani all'insegnamento di Freud, Jung, Assaggioli, ecc. ma nei tuoi discorsi fatti beffe di loro. Incita i tuoi adepti a colloqui privati con te o con i tuoi fedelissimi cercando di carpire il più possibile segreti personali e compromettenti. Ti saranno molto utili all'occorrenza per ricattare chi vuole rivelare segreti scomodi o diffamare i fuoriusciti che criticano il tuo movimento. 

– Insisti su quanto siano salvifici il movimento che hai creato e le tecniche che insegni. Non perdere occasione invece, di mettere in evidenza ai tuoi seguaci di come "fuori" sia tutto un disastro. In occasioni pubbliche datti al "volemose bene" usando solo le paroline magiche di pace, tolleranza, amore, sviluppo, evoluzione, potenziale, ecologia, ecc.

– Impegnati in tutti i modi per apparire in occasioni ufficiali, stringi amicizie politiche e prestigiose, registrati all'Onu per le conferenze sulla pace e il dialogo interreligioso, ottieni riconoscimenti e cittadinanze onorarie. I tuoi futuri adepti o discepoli incerti si sentiranno rassicurati.   

– Se un adepto si sente "meglio" attribuisci tutto il merito alla sublime efficacia delle tecniche da te insegnate. Inoltre promuovilo nella tua organizzazione e parlane bene con gli altri seguaci. 

– Se invece un adepto lamenta peggiormementi procedi nel seguente modo: se è un neofita digli che i problemi si risolverando sicuramente procedendo nel cammino; se è un adepto avanzato accusalo dicendo che gli insuccessi nella pratica dipendono solo da lui, dalla sua mancanza di serietà e di zelo. Se nonostante questo persevera diffamalo e costringilo ad un'uscita "spontanea" dal gruppo. Le sue lamentele potrebbero essere infatti perniciosamente infettive tra i tuoi seguaci.

La lista potrebbe continuare ancora a lungo ma queste prime indicazioni sono più che sufficienti per dare inizio a una radiosa carriera nel mondo del supermarket spirituale, assicurandosi un ottimo posizionamento sin dai tuoi esordi. Studia attentamente le Spiritual-Star e osserva come il loro successo sia dipeso essenzialmente dalla meticolosa applicazione di questi punti. Ci sono chiaramente molte varianti legate al talento creativo dei singoli ed è proprio questo che permette al gioco di essere estremamente vario e diversificato. Per diventare un "guru" di successo ci vogliono infatti spiccata creatività e spirito di immaginazione perchè, come avrai potuto apprezzare, le cose da inventarsi sono davvero moltissime e l'unico limite della fantasia è quello che noi gli diamo. Per questo non troverai una religione, un'ideologia, una teologia, una cosmogonia o una tecnica uguale a un'altra. Il gran varietà spiritual-religioso è il tripudio della fantasia e dell'avanspettacolo. E tu puoi essere la prossima Star di successo. Che cosa aspetti? Folle di adepti e zelanti pecorelle non vedono l'ora di incontrare la loro guida "illuminata" … :-))

Annunci

15 thoughts on “Vademecum per aspiranti “GURU” di successo

  1. Ho trovato di un'intelligenza rara e sottilissima il tuo articolo…ahahahah mi chiedo quale travagliato e fantasioso percorso spirituale tu abbia seguito per essertene così abilmente liberato 🙂
    forse simile al mio, con amicizia, Gianna

  2. Non sono un guru di successo perche’ dopo trent’anni di radio,televisione,giornalismo di area,corsi et alia,non ho un soldo.Non sono di successo,anche perche’ la gente mi ascolta volentieri,ma non vuole pagare per consulti e seminari.Comunque,grandi maestri veri,si sono fatti pagare.Gurdjieff diceva che se non paghi non dai valore a cio’ che fai.Ma sapeva anche circondarsi di pochi non paganti.Truffatore pure lui?Con cio’ che scrivi,molto bene per altro,non si salva nessuno.Sembra che tu faccia parte del Cicap o del Cesnur.

  3. Sono contento che troviate risonanza con il mio post che e' in effetti frutto di una ventina d'anni di incontri ed esperienze nel mondo cosiddetto "spirituale". Di gente del genere ce n'e' in effetti un sacco in giro ma fortunatamente non sono tutti. Ci sono senza dubbio molti che si salvano, sia nel passato che nel presente. Ad esempio buona parte dei maestri Advaita (tipo Ramana o Nisargadatta) difficilmente possono essere fatti rientrare. Idem dicasi per diversi maestri Zen, Chan e Dzogchen che sono le vie non-duali all'interno del buddhismo. Gurdjieff, visto che lo citi,  e' stato invece un personaggio che ha "giocato" molto ed in effetti rientrerebbe in molti dei comportamenti descritti. Idem dicasi per Osho, che tra l'altro a Gurdjieff si ispiro' parecchio. Questo non toglie che, al di la' del loro vissuto, i loro scritti rimangano ricche fonti di stimoli ed ispirazioni. Che ognuno tragga le proprie conclusioni. 🙂 

  4. Il mio metodo di ricerca spirituale consiste nell' ascoltare e leggere tutti, trarne il concetto mettere in pratica e sperimentare  in prima persona, ho sempre lasciato in secondo piano chi dice ,chi scrive…per quanto mi riguarda i "guru" possono essere chiunque , esattamente come tu affermi "i lori scritti rimangono ricche fonti di stimoli"  è questo che da sempre mi  ha interessato il chi ha poco rilevanza , nella vita ho imparato cose anche da persone che si potrebbero  "stupide" ,arroganti, ignoranti a riprova che si può imparare da tutti, e forse stupidi,ignoranti lo siamo un po' tutti ad occhi di altri.
    Santificare ,beatificare, mitizare è l'errore più comune si cerca in altri la guida invece di trovarla in noi stessi.
    Incuriosita ho letto i tre liri di   Vadim Zeland e la sua tecnica del Transurfing,ammetto di trovare simpatico il suo stile di scrittura ma il buon Zeland ha sapientemente mix Insegnamenti taoisti trasformandoli in chiave moderna,applicato una buona tecnica di comunicazione a cui forse avrà attinto dalla PNL, e una dose degli ultimi concetti derivati dalla fisica quantistica,quindi gli riconosco una buona capacità da scrittore e comunicatore,la sua tecnica funziona io potrei dire in parte  si, ma non è la sua tecnica a funzionare lo è il mio intento.
    Comunque sia molto simpatica da leggere, ti offre buone riflessioni, divertente da mettere in pratica ma tutto questo non fa di lui un illuminato.

    Per la  buona pace di tutti:   tutti siamo illuminati, tutti apparteniamo all'Uno e chiunque si ponga come maestro e crea una scala gerarchica fra voi e lui sta venendo meno al principo n1 tutti siano l'UNO.

    Bel post 🙂

    Carola

  5. Concordo con te Carola!
    E' molto importante rimanere aperti ed evitare mitizzazioni della personalità ed identificazioni con una qualche dottrina e movimento. Se queste cose accadono molto di frequente è perchè molti devono passare attraverso queste esperienze per realizzare i limiti dell'identificazione con qualcosa e qualcuno e dunque aprirsi alla realizzazione della propria vera natura. 

    Tutto è Uno certo, ma, se mi consenti la precisazione, può essere fuorviante affermare che tutti siamo illuminati. Per dirla più "correttamente" nessuno è in realtà illuminato proprio perchè l'illuminazione (io preferisco il termine risveglio) è la fine del sogno di essere qualcuno in particolare. Si passa dal qualche "uno" all'Uno attraverso una presa di coscienza intuitiva. In alcuni esseri umani questa presa di coscienza è avvenuta mentre in altri no. Ma entrambe queste situazioni sono frutto ed espressione sempre e comunque dello stesso Princio Cosciente che è l'Uno. Dunque, in ultima istanza, esiste solo l'Uno che gioca alla dimenticanza ed al risveglio di sè nell'apparente molteplicità degli esseri. 🙂

    NonDuale

  6. Ciao Non Duale, concordo e hai fatto bene a precisare cosa sia essere "illuminati" ,in effetti ho usato scorrettamente questo termine in quanto io per "tutti siamo illuminati" intendevo dire che in ognuno di noi esiste una conoscenza a priori ,una scintilla che solo attravreso ,come tu affermi, una profonda consapevolezza porta al risveglio.

    Carola

  7. Secondo Nata Pannita Ashinthuriya, ex monaco buddista, l'inferno esiste e la verità la conoscono solo i cristiani. Infatti egli, quando ritornò dall'inferno, disse di aver visto il Buddha e che il signore dei morti gli disse che era li perchè non aveva creduto a Gesù Cristo e come lui tutti anche Zadila Kyar Ni Kan Sayadaw, un monaco buddista molto famoso morto in un incidente d'auto nel 1983. Il monaco si è convertito al cristianesimo. Ora la mia domanda è: siete sicuri che esista solo il tutt'uno? E se invece è proprio il monoteismo ebraico prima e la salvezza tramite Gesù dopo la verità che tanti conoscono ma che ignorano come tale? Io, da cristiano, so soltanto che Satanael esiste da prima che esistesse l'uomo e che quindi, essendo egli il tentaore dell'uomo per conto di Dio, non mi stupisce che abbia insegnato culti e rituali a popolazioni quali gli asiatici. Questa cosa dell'unica coscienza, che cioè Dio sia un unica coscienza. CAVOLATE! Dio è luce, punto! E la luce che comanda tutto, non la coscienza/conoscenza. Senza luce non esisterebbe neanche la coscienza. Che poi a proposito di coscienza, se voi siete conoscenti di misticismo, sapete benissimo che in viaggi astrali, quelli veri però, non la meditazione, l'unico modo per fare un viaggio fuori dal corpo è assumere dosi massicce di DMT. Il viaggio astrale della meditazione e dei sogni sono leggeri, nel senso che la coscienza è legata indissolubilmente alla mente, quindi ancora manipolabile dal punto di vista mentale. Mentre chi assume DMT esce proprio dal corpo, ma non in meidtazione o sogno, è proprio una cosa che avviene a livello fisico, non mentale. Quindi si fanno delle vere e proprie esperienze di pre-morte. Infatti guardando il corpo quando si è fuori, lo stesso corpo sembra come morto, mentre invece il corpo combatte la sostanza vomitando ed epletando liquidi e solidi. Ma quando lo vedi dall'alto sembra morto. Queste sono vere esperienze mistiche, non la meditazione o l'ipnosi. Voglio ricordare che, specialmente l'ipnosi, il soggetto è totalmente in balia del medico o guru di turno. Invece assumendo DMT si è in balia della propria coscienza. Lo sciamano interviene solo in casi di necessità. Ora quello che mi domando è: come mai tutti i partecipanti a questo rito sciamanico non convolano mai nel tutt'uno? Cioè se la coscienza è unica, come mai si fanno sempre trip personali? Come mai ognuno vede i propri demoni o angeli o spiriti? Sto fatto che siamo tutt'uno mi puzza e sapete perchè? Ma se chi vi vuole canalizzare al tutt'uno lo facesse solo per acquisire la vostra energia? Come dite voi, vi sentite pieni di pace e gioia quando meditate, bene! Sono le stesse sensazioni di quando siete assuefatti. Avete mai visto la madre dei Visitors come dava la "beatitudine"? Spero solo che riusciate a comprendere ciò che ho scritto. Se no non importa, ma fate una ricerca sul monaco che ho scritto sopra. Cosi non potete dire che nessuno vi ha avvisato.

  8. Ho dato un'occhiata alla storia del monaco che citi e mi sembra davvero assurdo che gente prenda come prova dell'esistenza dell'inferno storie simili. A parte l'autenticità non provabile della storia del monaco e del monaco stesso, il web è pieno zeppo di storie differenti di esperienze di pre-morte che ognuno colora e descrive in base alle proprie credenze e suggestioni (tuttavia ci sono significative ricorrenze e l'inferno non è tra queste). 

    Nelle tue argomentazioni sembra che tu abbia omesso il fatto che oltre al corpo fisico l'essere umano è composto da diversi altri corpi, detti anche corpi sottili, di cui parlano tutte le tradizioni sapienziali, compreso il Vedanta. Quindi durante le esperienza di OBE (out of body expierences) come quelle che descrivi prodotte dal DMT avviene semplicemente una momentanea separazione dei corpi sottili rispetto al corpo fisico ed eterico, quelli più grossolani. Per questo non avviene un dissolvimento nella pura Coscienza. Ed anche se avvenisse, stanne certo, non c'è più nessuno che può percepire e raccontare qualcosa. La Pura Coscienza, ovvero Dio, è ciò che testimonia silenziosamente tutto questo, lo Spazio Consapevole in cui l'intero film dell'esistenza e di possibili esperienze fuori dal corpo appaiono. Ma durante le esperienze di pre-morte o OBE continua comunque ad utilizzare i corpi sottili come veicoli. D'altronde come potrebbe esserci esperienza di alcunchè se non ci fosse un qualche veicolo, interfaccia, attraverso cui avvengono le percezioni? Durante le esperienze di pre-morte i corpi astrale e mentale proiettano quelle che sono le proprie esperienze, ricordi, aspettive, credenze, esattamente come quando si è sotto sostanze psicotrope. Per questo molti parlano di aver rivisto, durante esperienze di pre-morte, i parenti defunti, ecc. Si tratta sempre di esperienza soggettive, legate al proprio vissuto. I corpi sottili ci mettono infatti molto di più a scomporsi e dissolversi rispetto al corpo fisico. Soprattutto se qualcuno è molto attaccato alla vita e non comprende quello che sta avvenendo. Ed è in questa fase transitoria che avvengono tutte queste esperienze psichedeliche che raccontano i ritornati da stati di pre-morte. Tuttavia non è mai tornato nessuno per raccontarci cosa succede dopo molto tempo, in caso di morte effettiva, ovvero quando tutti i corpi si sono dissolti. Non a caso! 🙂

    Riguardo all'Uno:
    La realtà dell'Uno si intuisce, è realizzazione metafisica, è qualcosa di differente rispetto a qualsiasi esperienza mistica. Finchè infatti c'è qualcuno che sperimenta qualcosa siamo nella dualità. E, se vai a spolverarti un po' di testi di mistica cristiana, scoprirai facilmente come la realizzazione dell'Unità è stata l'acme spirituale di molti mistici, in primis il grandissimo Meister Ekhart di cui ti riporto due citazioni più che significative: 

    « l'occhio, nel quale io vedo Dio, è lo stesso occhio, da cui Dio mi vede; il mio occhio e l'occhio di Dio, sono un solo occhio e una sola conoscenza ».

    « Se per questa ragione io sono cambiato in Dio, lui mi rende uno con se stesso, allora, grazie al Dio vivo, non c'è alcuna differenza tra noi… Alcuni immaginano di andare a vedere Dio come se Lui stesse laggiù, e loro qui, ma non è così. Dio e io siamo uno. Conoscendo Dio, io lo porto in me. Amando Dio, io lo penetro. »

    Anzichè dunque perdere tempo con fantomatiche storie di monaci e inferni ti consiglio di studiarti Meister Ekhart. Non può che farti bene! 🙂

    NonDuale

  9. “L’era dell’Acquario sarà un’età di evoluzione e d’apertura , un era i cui valori comunitari dovrebbero prevalere sugli egoismi, in cui l’individualità tenderà a integrarsi nel più vasto tutto.” ( Aa.Vv. – “Che cos’é l’Età dell’Acquario” – Ediz. dell’Acquario – Torino 1991)

    “Questo segno è caratterizzato dalla trascendenza e dalla fluidità del movimento oltre ogni limite… Anche le scienze occulte, magia e astrologia, non sono più relegate tra le superstizioni.” ( Joffra – “Meditazioni zodiacali” – Ediz. “Artista” – 1992)

    La New Age o Nuova Era fa riferimento al simbolo zodiacale dell’Acquario rappresentando per milioni di individui un sistema alternativo di spiritualità “fai da te” che si ramifica in una serie di movimenti e sette apparentemente impegnate in uno sforzo di “rigenerazione spirituale” dell’uomo.

    In realtà il movimento della New Age rappresenta da decenni una pericolosa deriva neospiritualista che si integra perfettamente con i meccanismi socio-politici ed economici del Nuovo Ordine Mondiale.
    Al fianco della mondializzazione dell’economia e della democratizzazione imposta, foss’anche manu militari, alla politica internazionale l’Oligarchia plutocratica che dirige il Sistema ha introdotto nella società moderna forme di sacro assolutamente funzionali con le dinamiche d’interazione dei sistemi finanziari e politici cosiddetti “globalizzati”.

    La New Age è dunque la forma assunta dalla Globalizzazione delle Anime collegata alle altre forme di omologazione planetaria imposta dalle forze occulte del Nuovo Ordine Mondiale nell’economia (Libero Mercato multinazionale) e nella politica (democratizzazione e parlamentarizzazione).

    E’ l’One world , il mondo unidimensionale e unipolare, prospettato da Aldous Huxley (un oligarca del Sistema, alto grado della massoneria inglese, autore – tra l’altro – del volume “La Filosofia perenne” uno dei testi-base della New Age) come “fine della storia” mondiale.

    Il Villaggio Globale è l’obiettivo del Sistema Mondialista di sovvertimento e normalizzazione (il “solve et coagula” di massonica memoria) al quale verranno sottoposti i popoli e le Nazioni.

    Questa strategia di omologazione planetaria è stata elaborata nel chiuso di qualche loggia massonica, all’interno di potenti e influenti istituti di credito mondiali, tra i tecnocrati di qualche società multinazionale; pianificata da Istituti di Studi Strategici e , infine, presentata alle masse sorde e cieche dai partiti politici e dalle “istituzioni”.

    E’ la società tecnocratica quella che viene imposta dal Nuovo Ordine Mondiale ovvero l’omologazione delle identità, delle culture, della storia, delle religioni, dell’economia ossia il Villaggio Globale del Nichilismo dominante.

    L’obiettivo è lo sradicamento dei valori e la creazione di un Uomo-Massa , un soggetto senza più radici, senza alcuna ambizione nè orgoglio di razza, fede, nazionalità. L’uomo che vorrebbe creare – anche attraverso aberranti esperimenti di “laboratorio” sociale quali appunto la New Age – il Sistema è uno sradicato, un senza terra, una sorta di vegetale deambulante vero e proprio “oggetto” , un numero tra i numeri di una società senza volto.

    Tra le strategie utilizzate dal Nuovo Ordine Mondiale per imporre le sue mode e i suoi costumi rientra la Nuova Era dell’Acquario.

    Attraverso la diffusione di false dottrine religiose e la propagazione di un progetto di sincretismo ecumenico – al quale sembrano aderire i principali capi delle Religioni Tradizionali – l’oligarchia ha avviato, da qualche decennio a questa parte, la sua globalizzazione delle anime.
    La Nuova Era rappresenta pertanto un programma di inquinamento delle dottrine religiose tradizionali che si è attuato grazie ad un retroterra filosofico e storico peraltro individuabile chiaramente in alcune forme eretiche sviluppatesi nel corso degli ultimi quattro secoli in Europa e in Asia.

    Al movimento neospiritualista della New Age sono collegati una serie di movimenti influenzati infatti da dottrine neo-gnostiche e sincretistiche le quali risultano insidiosissime per la loro azione di disintegrazione ontologica e schiantamento interiore dell’individuo e funzionali ad una regia occulta che ha pianificato rigorosamente l’entrata nella cosiddetta Età dell’Acquario.

    Tale processo ha investito dapprima l’Europa e successivamente l’Occidente per espandersi – a cominciare dalla seconda metà del XIX° secolo – al resto del pianeta riciclando e “raccattando” i detriti di antiche dottrine e culti rielaborati da veri e propri apprendisti stregoni dell’anima.

    Il processo di disgregazione anti-tradizionale iniziato nei secoli XVI° e XVII° con l’epoca rinascimentale e la riforma protestante raggiungerà un suo primo obiettivo con l’avvento della Rivoluzione Francese e la parallela diffusione delle idee massoniche di Libertà, Uguaglianza e Fraternità unitamente alle varie “dichiarazioni sui diritti dell’uomo” propagandate dai rivoluzionari dell’Illuminismo negli Stati Uniti (1776) e in Francia (1789).

    Questo percorso disgregatore l’ancien regime aveva caratterizzato l’intero secolo XVIII° – dominato dall’intellettualismo illuminista e dal proliferare delle Logge Massoniche (sarà nel 1717 che verrà costituita la Gran Loggia Madre d’Inghilterra) o, per dirla con un autore della New Age era “intervenuto un mutamento notevole a partire dalla Rivoluzione francese; si tratta di un inizio di un nuovo clima spirituale… A livello sociale, i diritti dell’uomo e l’uguaglianza indipendentemente dalla razza e dalla religione, e questo è il risultato dell’influenza dell’Acquario… Le differenze e le frontiere crollano, l’Acquario porta all’unità” ( crf Jofra – “Meditazioni zodiacali” – ediz. Artista 1992).

    Evidentemente non dovevano pensarla propriamente così le migliaia di ghigliottinati o i “reazionari” della Vandea tant’è la Storia che ci viene elargita a piene mani ci narra esclusivamente il lato ‘rosa’ degli avvenimenti …

    La Rivoluzione dei Lumi, il trionfo della nuova “dea” , la Ragione, alla quale si innalzeranno templi massonici in piena Parigi sarebbero diventati di lì a poco i pilastri fondamentali necessari alla legittimazione di uno Stato laico (che , sostanzialmente, significa una Autorità agnostica e miscredente) fondamentale per la successiva disintegrazione delle Istituzioni Ecclesiastiche della Tradizione Europea e la distruzione dell’ordine sociale e politico patrimonio dell’epoca medioevale.

    In Francia la Massoneria e i teorici dell’Illuminismo getteranno le basi per la creazione di uno Stato “rivoluzionario” che avrebbe contagiato , nel corso del XIX° secolo, il resto delle Nazioni del Vecchio Continente ed esportato nel mondo, come un autentico virus letale , il resto del pianeta.

    Lo spartiacque che veniva ad aprirsi con la Rivoluzione dei Lumi non era solo storico ma era soprattutto meta-storico e meta-fisico: venivano abbattute tutte le concezioni e i valori tradizionali sulle quali storicamente risiedeva il potere temporale dei sovrani d’Europa e la legittimità dell’Autorità Ecclesiale e sovvertito l’ordine politico, sociale ed economico (per questo ci avrebbero pensato la Rivoluzione Industriale e il Marxismo) tradizionale europeo.

    Mentre nella Francia rivoluzionaria venivano erette statue alla Dea Ragione , mentre nella generale ubriacatura dell’epoca si innalzavano i templi sincretisti ai Lumi del Progresso e alla nuova fede nell’Uomo si avviava anche il moto di sconsacrazione e delegittimazione delle Leggi Divine.

    Nella Francia giacobina e rivoluzionaria saranno così aboliti il culto di Stato e soppresse tutte le festività religiose sostituendo il calendario gregoriano e chiudendo ai fedeli le cattedrali e le chiese.
    Una simile operazione di sovvertimento radicale dell’ordine sociale si sarebbe successivamente attuata solamente nella Russia dei Soviet sottomessa al golpe ebraico di Lenin del novembre 17.
    Un primo obiettivo era stato raggiunto: il Nazionalismo e l’Autorità dello Stato laico avrebbero sostituito ed espulso dalla vita sociale e politica la Religione Tradizionale.
    Questo processo di laicizzazione/secolarizzazione delle società europee avrebbe in meno di un secolo distrutto qualsiasi influenza spirituale e progressivamente – dopo la svolta “progressista” del Concilio Vaticano II° (1958-65) – ridimensionato la stessa Autorità Ecclesiale.

    In realtà , ricordando il grido di guerra lanciato contro tutte le religioni e contro ogni dogmatismo dalla Massoneria Internazionale durante il 1° conflitto mondiale (l’ “Esacrez l’infame” di giacobina memoria), l’obiettivo era …

  10. Io mi devo studiare e leggere un uomo quando ho avuto il messaggio diretto di Dio tramite suo figlio Yahushua? Io non ho bisogno di ricercare la mia spiritualità, poichè è Dio che è venuto da me. E' Dio che ha salvato mia madre prima e me dopo. E il Dio che io e mia madre abbiamo visto non era ne una forza ne una coscienza. Siete voi che essendo vuoti, cercate a tutti i costi la verità e vi fate anche ingannare. Dio deve essere accettato, non cercato. Se come dici tu Dio ti penetra, allor aperchè lo cerchi con la meditazione e quant'altro? Soiegami perchè lo sciamano scacciò il demone con il Padre Nostro? Poi mi parli di corpi sottili e stronzate varie. Questo da dove si evince dai testi vedanici? Ma le divinità orientali che tu citi non sono le stesse che vedevano i loro Dei scendere sulla terra sui Vimana? Dove vedi questa spiritualità e divinità negli extraterrestri? Io invece che tutta la sfilza di divinità che voi adorate sono solo demoni. E se vuoi ti riporo anche la genealogia dei demoni. Perchè se non la sapessi esiste una cerchia di persone che si chiamano satanisti e che invocano spiriti e demoni per portare avanti la conquista dell'umnaità da parte del signore del Male. Tutto ciò che è preghiera e meditazione in comunione con altre persone sono solo rituali d'invocazione di spiriti e demoni. Perchè è proprio Yahushaua che disse che ovunque saranno DUE o TRE persone, li sarà la sua chiesa. Non ha mai detto costruite un edificio e adoratemi in migliaia. Ma voi lo fate vero? Anche la cosiddetta madonna nelle sue apparizioni ha voluto che si costruissero chiese in suo nome  esi pregasse a lei per la sua intercessione verso il Padre!. PUTTANATE! Yahushua era contro il tempio e contro l'idolatria. Ma voi mi spiegate invece perchè adorate inginocchiarvi a statue ed animali?

  11. (l’ “Esacrez l’infame” di giacobina memoria), l’obiettivo era la sconsacrazione suprema di qualsiasi Valore, la diffusione di un etat d’esprit anti-religioso e la comparsa sul palcoscenico della storia di eresie e filosofie sincretiste dietro alle quali si occultava un materialismo inumano che negava all’Uomo la sua dignità di “kahlifa wa Allah” (rappresentante di Dio in terra).

    Il percorso storico delle scienze umane ha conosciuto nel corso del XIX° le filosofie del positivismo, del relativismo, del marxismo e dell’evoluzione i quali hanno aperto la strada , agli inizi del Novecento, ai movimenti neospiritualisti, alla psicanalisi e alla psicologia moderne e al sincretismo.

    Obiettivo dell’ondata anti-religiosa sviluppatasi tra il XIX° e il XX° secolo era l’uomo inteso nei suoi aspetti ontologici, nella sua funzione tradizionale di parte di un insieme organico, di micro-cosmo appartenente al macro-cosmo divino.

    L’essere umano diviene pertanto oggetto di “sperimentazioni” pseudo-filosofiche e pseudo-scientifiche che ne riconoscono il tradizionale valore di sinolo, di insieme complesso e irriducibile di Corpo, Anima e Spirito e , per definizione, di guardiano responsabile al quale Dio Onnipotente ha affidato un compito arduo su questa terra.

    Dal razionalismo all’illuminismo – passando per le successive involuzioni delle filosofie moderne – la natura umana è stata oggetto di indagini e investigazioni che , a partire da Cartesio , hanno cercato di innalzare l’essere umano al di sopra della stessa divinità (Cartesio , parlando della psiche , la definiva “la cosa più nobile in noi, che in qualche modo ci fa simili a Dio”.

    La diffusione di questa ondata di ideologie e filosofie anti-religiose era finalizzata essenzialmente al raggiungimento di questi obiettivi:

    1) l’abbattimento dell’antico ordine tradizionale in Europa e , in prospettiva, nel resto del pianeta (che dal Vecchio Continente dipendeva subendone le influenze culturali e politiche come dimostrerà la stagione del colonialismo e i successivi sviluppi del nazionalismo, del socialismo e del capitalismo “occidentali”);

    2) la libertà di culto volta a diffondere anche filosofie e eresie astratte;

    3) l’incondizionato dominio dell’anima umana da parte di quelle che definiamo “forze occulte” spesso manifestatesi nel corso della storia recente (autentici motori immobili degli avvenimenti degli ultimi tre secoli).
    In ordine cronologico il movimento New Age con la sua visione immanentista dell’uomo e le sue diverse filosofie orientaleggianti si cominciò a sviluppare a partire dalla creazione a Madras , in India, della Sezione Indiana della Società Teosofica (creata da Madame Helena Petrovna Blavatsky e dal Colonnello H.S. Olcott).

    La Società Teosofica sarà uno dei tanti strumenti della penetrazione dell’Imperialismo britannico nel subcontinente indiano e una delle principali organizzazioni del movimento acquariano.

    Nel 1901 apparirà anche in Italia la prima rivista, d’ispirazione massonica, intitolata “La Nuova Era”. Il movimento si espanderà a partire dal primo dopoguerra mondiale quando Alice Baley fonderà la Scuola Arcana (1923). Nel 1930 viene fondata negli Stati Uniti la rivista ufficiale della Massoneria di Rito Scozzere che si intitolerà, non certo casualmente, “New Age”.

    E’ del 1937 la pubblicazione da parte di Paul Le Coeur del volume “L’Età dell’Acquario” seguito , dieci anni più tardi, dall’opera della stessa Baley che a Londra pubblicherà “The Problem of Humanity” (Il Problema dell’Umanità) per i titoli della Lucifer Press casa editrice d’ispirazione satanista legata alla rivista omonima organo ufficiale del “Lucifer Trust”.

    L’organizzazione del “Lucifer Trust”, fondata nei primi anni Venti dalla stessa Alice Baley, si trasformerà successivamente in “Lucis Trust” diventando un influente movimento di idee e una organizzazione non governativa che troverà il suo spazio di manovra e un auditorio attento all’interno delle strutture delle Nazioni Unite a New York.

    La connessione tra New Age, ambienti insospettabili della Finanza Mondiale e le organizzazioni sataniste è stata rilevata anche dall’economista americano e candidato alle presidenziali Lyndon La Rouche. Il “Lucis Trust” , fondato nel 1922, è secondo La Rouche la punta di diamante di questa sinergia, opera come O.n.g. presso il Consiglio Economico e Sociale dell’ONU e sarebbe protetto da una rete fittissima di interessi privati di lobby economiche e finanziarie.

    Il Lucis Trust inoltre annovera tra i suoi promotori la Fondazione Rockfeller e sarebbe collegato direttamente alle diverse organizzazioni multinazionali dell’ecologismo e dell’animalismo più o meno “militanti” (dagli Amici della Terra al WWF, da Greenpeace alle strutture della Nicholas Roerich Society).

    Nel 1963 viene costituita a Findhorn in Scozia la prima comunità New Age grazie all’opera di reclutamento di Peter e Eileen Caddy.
    Con l’avvento della cosiddetta “rivoluzione dei fiori” e l’ondata sessantottina le comunità New Age sorgeranno come funghi in ogni angolo del pianeta, si diffonderà il ‘culto’ dell’amore libero e della vita in comunità e l’organizzazione di viaggi ‘esotici’ in India e nell’estremo Oriente mete preferite della spiritualità fai da te di stampo New Age.

    La capitale del movimento sarà in California dove, a partire dal 1966, verrà anche costituita una Chiesa di Satana fondata da Anton Szandor La Vey.

    Gli anni ottanta sanciranno l’affermazione delle idee del Movimento che si espanderà a macchia d’olio: riviste specializzate, raduni di massa, nuove comunità (in Italia ricordiamo quella piemontese di Damanhur), nuovi guru (come non ricordare i vari Osha Raijneesh, i Maharishi, i Ron Hubbard e la sua Dianetica che ha attratto decine di star di Hooliwood e migliaia di innocenti).

    La penetrazione delle idee New Age sarà coerente con il disegno di omologazione planetaria mondialista e procederà a partire dal XIX° secolo seguendo le linee generali di espansione del colonialismo europeo e dell’imperialismo statunitense.

    Una tale azione di erosione delle Religioni tradizionali produrrà anche la diffusione di culti eretici e ideologie neognostiche che caratterizzeranno tutte le società sia quelle cristiane d’Occidente e d’Oriente che quelle islamiche e induiste.

    Neanche l’ebraismo ne resterà immune se , al suo interno, in nome di una dottrina lunare e tellurica , del culto della Dea-Madre e di una contro-teologia discendente si svilupperà un movimento come il Frankismo (creato da Jacob Frank nel XVIII° secolo e diffusosi tra le comunità chassidiche della Polonia).
    Il Frankismo lungi dall’essersi esaurito con la scomparsa del suo fondatore e della figlia Eva – innalzata al rango di “Vergine” santa dai fedeli e oggetto di un fanatico culto – ha avuto una diaspora che ha portato alcuni dei suoi esponenti a ricoprire posti di grande rilievo all’interno della vita economica, politica e sociale degli Stati Uniti (il giudice Brandeis , di fede frankista, era Presidente del Tribunale Supremo degli USA all’epoca di Roosvelt).

    Analoghe eresie si diffonderanno in tutto il mondo islamico, identiche per metodologia operativa e obiettivi, dalla Turchia dei Dummeh (setta eretica erede dell’eresia sabbatea del XVII° secolo) alla Persia dove si diffonderà , in ambienti sciiti, il Ba’haismo sostenuto da ambienti diplomatici della Russia e della Gran Bretagna.

    Nel mondo islamico saranno evidenti i tentativi di scardinare la fede monoteista operati dall’imperialismo britannico con la nascita e lo sviluppo dell’eresia wahabita che assumerà, dai primi anni Trenta del XX° secolo, la guida politica del neocostituito Regno d’Arabia Saudita.

    Il Wahabismo , considerato da qualche orientalista ‘distratto’ …ovvero in malafede, una sorta di puritanesimo islamico rappresenta una diversione rispetto ai principii dell’Islam sia per quanto riguarda l’interpretazione della Shariya (legge islamica) che per ciò che concerne l’applicazione dei divieti imposti dalla legislazione coranica.

    L’interpretazione wahabita è assolutamente aliena rispetto alla Sunna del Profeta Muhammad (a.s.) così come i culti New Age d’ispirazione “cristiana” (pensiamo ai Testimoni di Geova) lo sono anni luce dalla parola di Gesù Cristo.

    Alla luce di quanto emerso appare quindi storicamente dimostrabile la funzionalità del movimento acquariano alle dinamiche di egemonia globale del capitalismo e alle sue implicazioni culturali e sociali di grande impatto sulle diverse società.

    Il New Age è un movimento che si fonda su una filosofia che si pretenderebbe “scientifica” , che tende a dimostrare …

  12. nei fatti qualsiasi aspetto della condizione umana e coniuga un relativismo filosofico di base con una razionalismo ideologico elevato a dogma insindacabile.
    La miscela esplosiva e la pericolosità del movimento New Age è anche determinata dalle sue implicazioni “spirituali” che , da un iniziale relativismo arrivano al negazionismo assoluto poichè – per i New Ager’s , gli adepti dei diversi movimenti acquariani – “tutto è relativo e niente assoluto”.

    Vogliamo concludere citando un passo del “De Civita Dei” di San Agostino , uno dei Padri della Chiesa, il quale scriveva .
    “L’amore verso Dio porta l’uomo anche ad annichilire e umiliare sè stesso, a mortificare le carni per salvare le anime; al contrario l’amore verso sè stessi ha portato l’uomo ad auto-divinizzarsi e a bestemmiare il nome di Dio ribellandosi alle di Lui leggi.”.

    E’, in ultima analisi, questo il ‘senso’ vero, profondo – l’essenza – della controiniziazione New Age.
    ———————————-
    Nuova era o vecchio occultismo?

    Oggi nel mondo esiste una immensa e ben organizzata rete formata da migliaia tra gruppi, organizzazioni, fondazioni, clubs, logge e gruppi religiosi che hanno come scopo e proponimento di preparare il mondo per la venuta dell'Era dell'Acquario – (New Age).
    Il movimento New Age non è un sistema di culto unificato e tradizionale con un singolo credo e pratiche, sebbene i suoi riti derivino dalle religioni orientali e dall'occultismo.
    Questo movimento non ha un leader ufficiale, né un quartier generale e nemmeno una lista dei membri; è però un sistema di gruppi che lavorano per scopi comuni.
    Uno dei loro scopi principali è quello di mettere in rilievo e portare in prima linea l'unico leader del mondo, che viene chiamato il Cristo o Maitreya.
    Si stima che ci sono, in tutto il mondo, milioni di seguaci delle varie pratiche New Age e/o sostenitori di uno o più dei maggiori credo della New Age.

    Il libro Networking calcola che esistono più di 1'200 tra organizzazioni, centri, cooperative, gruppi, comunità e sistemi, in campi che variano dalla salute e crescita spirituale, alla politica, all'economia, all'ecologia, all'educazione, clle comunicazioni, alla crescita personale e alle relazioni interculturali.
    Non esistono quasi più campi di interesse umano che non siano esaminiati da qualcuno che abbia un punto di vista New Age.

    Lo scopo principale del movimento New Age è quello di portare pace nel mondo attraverso l'introduzione dell'Era dell'Acquario.
    Ciò verrà compiuto principalmente attraverso la guida del Cristo (conosciuto anche come Maitreya) che, probabilmente, verrà ad insegnarci a vivere in pace con gli altri.
    Alcuni tra gli altri scopi dichiarati dal movimento sono quelli di stabilire un'autorità mondiale del cibo, dell'acqua, un ordine mondiale dell'economia e generalmente parlando, un Nuovo Ordine Mondiale.
    Lo scopo principale del movimento è quindi quello di preparare il mondo a ricevere il Cristo e ad introdurre l'Era dell'Acquario, così da stabilire il Nuovo Ordine Mondiale.

    Il movimento New Age dichiara una totale apertura di idee verso tutte le religioni, ma la sua filosofia di base rappresenta un attento e calcolato tentativo di scalzare il credo cristiano.
    Si può notare una forte somiglianza con la religione apostata mondiale che H. G. Wells rivendicava come sua e che predisse che un giorno il mondo ne sarebbe stato dominato.
    In più si adatta con la descrizione di The Plan per stabilire il Nuovo Governo Mondiale che è descritto in varie comunicazioni di fisica dell'affermato E. T. e capi ascendenti.
    Ed ancora: il movimento New Age si adatta alla descrizione della religione dell'Anticristo – un totale rigetto del Dio della Bibbia e la dichiarazione che l'Io è Dio (Dave Hunt, The Seduction of Christianity).

    Douglas R. Groothuis, l'autore di Unmasking the New Age e di Confronting the New Age ha riconosciuto 6 caratteristiche del pensiero New Age:

    1. tutto è uno
    2. tutto è Dio
    3. l'umanità è Dio
    4. un mutamento è consapevolezza
    5. tutte le religioni sono una
    6. ottimismo nei confronti dell'evoluzione cosmica

    Norman Geisler espone dettagliatamente 13 dottrine primarie della religione New Age:

    1. un dio impersonale (forza)
    2. un universo eterno
    3. un'illusoria natura della materia
    4. una ciclica natura della vita
    5. la necessità della reincarnazione
    6. l'evoluzione dell'uomo verso la deità
    7. continue rivelazioni da esseri spirituali o extraterrestri
    8. l'identità dell'uomo con Dio
    9. il bisogno della meditazione (o altre tecniche di alterazione della coscienza)
    10. pratiche dell'occultismo (astrologia, medium)
    11. vegetarianismo e salute
    12. pacifismo (attività anti-guerra)
    13. sincretismo (unità di tutte le religioni)

    Il New Age racchiude un'ampia schiera di nozioni: spiritualismo, astrologia, esperienze fuori-dal-corpo, reincarnazione e le discipline dell'occultismo, così come tecniche psicoterapeutiche non ortodosse e applicazioni pseudoscientifiche dei poteri guaritori dei cristalli e delle piramidi.
    Alcuni termini usati comunemente dal New Age sono: immagini guida, reincarnazione, pensieri positivi, potenziale umano, santità, olografia, sinergia, unità, unicità, trasformazione, risveglio, network (rete), condivisione comune, un-mondo, globalismo, Nuovo Ordine Mondiale, (una lingua, un governo, una moneta, una religione), coscienza cosmica,… (vedere dizionario New Age in basso).
    Alcune pratiche New Age sono: rinascita, guarigione interna, alimentazione bio, yoga, I Ching, riflessologia, ipnoterapia, agopuntura, agopressione, TM (Meditazione Transcedentale), arti marziali, Zen, meditazione, visualizzazioni ecc….
    Alcuni personaggi della New Age di rilievo sono: Alice Bailey, Alvin Toffler, Dr. Barbara Ray, Benjamin Creme, Levi Dowling, George Trevelyan, Fritjof Capra, Abraham Maslow, Barbara Marx Hubbard, Ruth Montgomery, Shirley MacLaine, J. Z. Knight, Marilyn Ferguson, David Spangler, Jeremy Rifkin, Norman Cousins, Elizabeth Clare Prophet, John Denver, George Lucas e Norman Lear.

    Alcuni New Agers danno molta importanza alle icone, alle reliquie, agli oggetti sacri e a tutto ciò che può essere messo in vendita guadagnandoci sopra: campanelli del Tibet, te alle erbe esotiche, segni magici dei vichinghi, stimolatori solari di energia, candele colorate per la "cromoterapia", cristalli, pietre e un'immensa quantità di libri sull'occulto, opuscoli, istruzioni e audio e videocassette.
    I cristalli sono particolarmente preferiti. Di questi ultimi non pensano solo che abbiano misteriosi poteri di guarigione, ma sono considerati programmabili, come un computer, se uno riesce a concentrarsi abbastanza.
    Altri oggetti New Age sono: l'arcobaleno, la farfalla, la piramide, il triangolo, un occhio in un triangolo-piramide, l'unicorno, Pegaso (il cavallo alato), la svastica, il simbolo yin-yang, la testa di un capricorno su un pentagramma, cerchi concentrici, raggi di luce, luna crescente, ecc….

    Per la New Age, la musica è un termine assegnato al lavoro di vari compositori e musicisti che si sforzano di creare degli ambienti sonori sereni con le strutture musicali. Nata alla fine degli anni '70 perché interessante per la spiritualità e le guarigioni, questa musica è spesso usata come aiuto per la meditazione. I lineamenti definiti della musica New Age sono assonanze armoniche, melodie contemplative, canzoni con strutture non lineari e temi esaltanti.
    Gli artisti New Age usano strumenti tradizionali, etnici, acustici, elettrici o elettronici, e anche suoni e rumori ambientali. La musica New Age è meditativa, per lo più con l'invariabile stile musicale Orientale, del jazz e della musica classica. Spesso derivative, le composizioni New Age possono sembrare simili a musica minimale o come ricca evocazione degli ambienti naturali. Alcuni importanti musicisti New Agers sono il pioniere della musica elettronica Brian Eno, il multi-strumentalista Kitaro, l'artista solista di pianoforte George Winston, la cantante Liz Story, l'arpista Andreas Vollenweider e il suonatore di violino elettronico Jean-Luc Ponty.

    Atleti New Agers usano immagini (spiriti) guida. Scuole di commercio praticano lo Zen, lo yoga e le carte dei tarocchi per l'insegnamento della creatività negli affari (Scuola di commercio di Stanford).
    I guru dei mercati finanziari utilizzano i numeri di Fibonacci e teorie onda nelle loro previsioni, entrambi basati sull'astrologia.
    Qui di seguito, elementi che i New Agers usano per dar rilievo a ciò che credono riguardo alle loro fonti di autorità, a Dio, Cristo, peccato e salvezza, bene e male, Satana e vita futura:

  13. 1. Fonte di autorità: i New Agers affermano che non c'è una fonte di autorità esteriore – solo interiore ("il dio dentro"). Essi credono che l'individuo è lo stendardo della verità, dicendo che "la verità come realtà oggettiva non esiste" (Shirley MacLaine, It'a All in the Playing) (cf. 2 Tim. 3:16; 2 Pietro 1:21; Matteo 5:18).

    2. Dio: i New Agers confondono il Creatore con la Sua creazione credendo che Dio sia parte della creazione e non separato da essa.
    Essi adottano dalle religioni orientali il credo del monismo – che "tutto è Uno" – solo un'essenza nell'universo , tutti e tutto facenti parte di questa essenza.
    Ma il credo del monismo è, in realtà, il panteismo induistico (tutto è Dio). I New Agers vedono Dio come una forza impersonale ( la famosa "forza" di "Guerre Stellari"), piuttosto che come una persona. Essi credono che ogni persona e ogni cosa è intrecciata con Dio e citano Luca 17:21 ("Il regno di Dio è dentro di voi") per sostenere quest'idea (sebbene il fatto che "dentro di voi" in questo passo significhi "in mezzo a voi"). Essi affermano che ogni uomo ha dentro di se una traccia divina poiché egli è una parte dell'essenza divina.
    I New Agers fanno ovviamente parte di una religione idolatra ed egolatra.

    3. Gesù Cristo: Nel pensiero New Age l'idea principale è la "coscienza di Cristo". In altre parole Cristo è una carica piuttosto che un individuo. Quest'idea di "coscienza di Cristo" asserisce che Gesù non è stato l'unico Cristo, ma che Egli si attrezzò per ricevere la "coscienza di Cristo", così come probabilmente fecero Budda, Krishna e Mohammed. (Questo è un vecchio insegnamento dell'occultismo gnostico che ha le sue radici nelle misteriose religioni babilonesi. I New Agers amano anche dire che Gesù trascorse 18 anni in India interessato all'induismo e agli insegnamenti di Budda). I New Agers credono che Gesù ricevette la coscienza di Cristo al suo battesimo e che tale coscienza lo lasciò al momento della sua crocifissione.

    4. Peccato e Salvezza: I New Agers hanno un "nuovo pensiero" riguardo il peccato, e che non riconosce Adamo, attraverso il cui peccato tutti gli uomini peccano. Questo nuovo pensiero non insegna neanche che esista un peccato originale.
    Infatti, esso non trova nulla che abbia la natura del peccato. Parla di "desideri importuni" che appaiono come impulsi umani naturali, che dirigono l'uomo dalla coscienza alla loro identità con Dio, e, quindi, sono molesti ma difficilmente peccaminosi.
    Poichè i New Agers credono che ogni persona è Dio, e perciò avendo un eterno potenziale per migliorare se stessi, il peccato come definito nella Bibbia è rifiutato (L'essere umano è per natura peccaminoso e completamente depravato – Romani 5:12).
    Essi credono che ogni percepibile mancanza che l'uomo crede di avere è più una mancanza di informazione; con ciò eliminano il bisogno di salvezza e di un Salvatore.

    5. Il bene e il male: Imitando le religioni orientali, i New Agers distorcono la distinzione tra bene e male. Credendo che "tutto è Uno", non può quindi esserci né bene né male. Essi pensano che una persona può superare la sua coscienza e andare oltre i limiti delle distinzioni morali, così che a volte, persino gli omicidi divengono uno mezzo accettabile per servire il proprio Dio (Charles Manson).

    6. Satana: Il tradizionale modo di vedere Lucifero come il diavolo o Satana è chiaramente assente dalla letteratura New Age.
    Piuttosto, è descritto come possente essere di luce e "sovrano dell'umanità", come Alice Bailey, apostolo fondatore e principale scrittore del movimento New Age dice.
    In quanto alla storia e al compito di Lucifero, Benjamin Creme, uno dei principale conferenzieri del movimento, dice: "Lucifero venne dal pianeta Venere 18,5 milioni di anni fa; è il direttore dell'evoluzione del nostro pianeta, è l'Agnello del sacrificio e il figliuol prodigo. Lucifero fece un sacrificio incredibile, un sacrificio supremo per il nostro pianeta".

    7. Vita futura (reincarnazione): I New Agers credono nell'antico credo delle religioni orientali: la reincarnazione – tramite un lungo processo di rinascite, l'uomo potrebbe anche raggiungere la perfezione (Ebrei 9:27). I New Agers valutano spesso più importanti i diritti degli animali che quelli degli uomini, perché alcuni New Agers credono che gli animali siano anime reincarnate. Insegnano il principio indù del "Karma" – ciò che una persona semina in questa vita, lo mieterà nella prossima, nel suo nuovo stato di reincarnazione.
    Questo credere nella reincarnazione ha portato a credere nel potere delgi "spiriti guida" o "canali" – con coloro che permettono agli spiriti di un'altra dimensione di parlare attraverso i loro corpi.
    Queste entità sembrano ripetere sempre i 3 errori fatali: (1) non c'è morte (2) l'uomo è Dio (3) la conoscenza di sé è salvezza e potere (Brooks Alexander, Spiritual Counterfeits Project).

    IN CONCLUSIONE: SIETE TUTTI DEDITI AL CULTO DI SATANAEL E NON VE NE RENDETE NEMMENO CONTO CHE SIETE DESTINATI ALLA GEENA!

  14. Scusa caro "anonimo" ma non ho capito perchè hai tirato fuori questioni come la new age, l'adorazione di statue e di animali, contattismi, divinità e demoni, ecc. Ti sfido a trovare in questo blog un qualsiasi testo che supporti tali pratiche e correnti di pensiero. 
    Forse non hai letto i contenuti di questo blog o hai postato i tuoi commenti sulla pagina sbagliata… 
    Con cordialità

    NonDuale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...