Illusione – Realtà

illusione-ottica

Illusione: La persona è consapevole di qualcosa.

Realtà: La persona appare e scompare nella Consapevolezza.

Illusione: Bene e male sono solo categorie illusorie prodotte dalla mente. Quindi posso fare quello che mi pare. 

Realtà: se la loro illusorietà è stata realmente realizzata, non può che emergere un atteggiamento di Totalità, Sacralità e Celebrazione nei confronti di tutta la manifestazione. Si realizza di essere l'Uno stesso e suoi strumenti ad un tempo. E questo è Amore.

Illusione: ho compreso concettualmente il Sè ma non ne ho ancora fatto esperienza.
Realtà: il Sè non può essere oggetto di esperienza perchè è il soggetto assoluto di ogni esperire. Lo siamo da sempre e sempre Lo saremo. La presa di coscienza di questo è un "lampo intuitivo". Non acquisiamo nuova conoscenza ma SIAMO Conoscenza.

Illusione: questo mondo è pieno di malvagi che ci manipolano in tutti i modi per il loro potere. Dobbiamo fargliela pagare. 
Realtà: tutto è un gioco impersonale dell'Uno, compresi i presunti malvagi il cui unico ruolo è quello di offrire preziose occasioni di comprensione: Ama il "nemico" perchè non è nient'altro che Te Stesso proiettato in "altra forma".

Illusione: il desiderio è causa di sofferenza e dobbiamo liberarci da esso. 
Realtà: Il dissolvimento impersonale di quel "qualcuno" che desidera assecondare o liberarsi dai desideri: ecco la fine della sofferenza legata al desiderio.

Illusione: esiste un'entità negativa che produce i conflitti, l'odio, la separazione, ecc. (per esempio Satana, Mara, ecc.). Bene e male sono due forze in continua lotta. 

Realtà: L'Uno genera in sè l'apparenza della separazione per prendere coscienza di sè. Bene e male sono solo interpretazioni illusorie del sapiente gioco di Quello.

Illusione: c'è un corpo fisico in cui si sviluppa la coscienza.

Realtà: coscienza e corpo fisico appaiono insieme durante lo stato di veglia.